news

VIDEO IN PRIMO PIANO - ARBITRO GIANPAOLO CALVARESE INCONTRA GLI STUDENTI DEL LICEO SCIENTIFICO

venerdì 11 agosto 2017

SERVIZIO DI VOLONTARIATO CIVICO. SALVATI: "PRONTA LA BOZZA DI REGOLAMENTO. OBIETTIVO MIGLIORARE IL DECORO URBANO"

SULMONA – Curare la manutenzione e preservare gli angoli della città attraverso il volontariato delle persone. L’idea è del consigliere comunale di maggioranza Roberta Salvati che sta lavorando per attivare il servizio di volontariato civico Cittadinanza Attiva. Nell’ottica di una proficua alleanza tra i cittadini ed il Comune di Sulmona, il progetto mira a valorizzare la partecipazione alla vita della comunità attraverso il volontariato e prevede la possibilità di applicare la riduzione delle tasse comunali per coloro che parteciperanno concretamente all’iniziativa. Il servizio dovrà essere prestato per lo svolgimento di interventi ordinari di manutenzione e pulizia delle aree verdi, parchi pubblici, aiuole, strade, piazze, marciapiedi, aree giochi per bambini con apertura e chiusura delle stesse, lavori di piccola manutenzione a scuole e impianti sportivi ma anche servizi di sorveglianza ed attività di pre-scuola con l’accompagnamento dei bambini all’entrata e all’uscita ed allo scuolabus.
“L’obiettivo è quello di prendersi cura degli ambienti cittadini come la villa comunale, le aree verdi, i siti turistici e le frazioni”. E’ quanto afferma il consigliere Salvati che rende noto della stesura della bozza di regolamento che attualmente si trova al vaglio dei dirigenti per i pareri tecnici e per valutare la disponibilità economica rispetto allo sgravio fiscale da applicare a favore di cittadini e associazioni che parteciperanno, dopodiché dovrà essere portata all’attenzione delle commissioni competenti per procedere ad eventuali integrazioni in base alle riflessioni e considerazioni che emergeranno. “Il regolamento – conclude Roberta Salvati – nasce dal forte bisogno di sensibilizzazione civica e come amministrazione siamo certi che questa idea possa essere utile per il rilancio della città di Sulmona perché potrà favorire il cambiamento sia dal punto di vista estetico e del decoro urbano che da quello civico”.


Il servizio civico riguarda interventi ordinari inerenti i beni di proprietà
e/o competenza del Comune di Sulmona nonché i servizi di interesse
generale, in particolare:

⦁    Manutenzione, sfalcio e pulizia delle aree verdi, parchi pubblici e aiuole;
⦁    Servizi di sorveglianza;
⦁     Sfalcio e pulizia dei cigli delle strade comunali, comprese mulattiere e
sentieri o di tal uso;
⦁    Pulizia delle strade, piazze, marciapiedi e altre pertinenze stradali di
proprietà o di competenza comunale;
⦁     Lavori di piccola manutenzione ordinaria degli edifici comunali con
particolare riferimento ad edifici scolastici e impianti sportivi, centri
civici, ecc.;
⦁     Manutenzione delle aree giochi bambini, apertura e chiusura delle stesse;
⦁     Attività di pre-scuola e sorveglianza bambini all'entrata/uscita dalle
scuole, accompagnamento e sorveglianza bambini su scuolabus.
⦁    Affidamento gratuito di aiuole, aree verdi comunali.




ISTITUZIONE E GESTIONE DEL SERVIZIO
DI VOLONTARIATO CIVICO

“ CITTADINANZA ATTIVA”

Regolamento per l'istituzione e la gestione del Servizio di
Volontariato civico Cittadinanza Attiva

Art.1 Principi Generali


1. Il presente regolamento istituisce e disciplina lo svolgimento del Servizio
di Volontario civico -Cittadinanza Attiva- finalizzato all’espletamento di
attività e servizi a favore della collettività, con la collaborazione di persone
residenti sul territorio e/o Associazioni/Gruppi sportivi/Pro-loco.

2. Il servizio di volontariato civico è svolto esclusivamente in forma
volontaria e gratuita con carattere di sussidiarietà a quelle attività e a quei
servizi che il Comune garantisce nell'interesse generale.

3. Il servizio di volontario civico è espressione del contributo concreto al
benessere della collettività ed è finalizzato a realizzare forme di cittadinanza
attiva, di partecipazione alla gestione e manutenzione del territorio e di tutti
i servizi di interesse generale, con l'obiettivo di radicare nella comunità
forme di cooperazione attiva, rafforzando il rapporto di fiducia con
l'istituzione locale e tra i cittadini stessi.

4. Il Volontario civico è esempio per lo sviluppo della coscienza civica,
protagonista della propria realtà comunale, attore dello sviluppo locale.


Art. 2 Oggetto

1. L'attività di volontariato civico disciplinato dal presente regolamento ha
ad oggetto la valorizzazione e la manutenzione del territorio e servizi di
interesse generale in relazione a progetti/programmi proposti dai cittadini
singoli o associati e/o provenienti dall'Amministrazione comunale.

2. Il Comune di Sulmona, riconoscendo l'utilità sociale di tale forma di
volontariato, prevede nei propri regolamenti forme di riduzione/esenzione
dei propri tributi comunali in relazione allo svolgimento a regola d'arte delle
attività e dei servizi assegnati nelle rispetto delle leggi vigenti e comunque dei principi generali di diritto.

3. Nell’ipotesi in cui il servizio di volontariato civico sia svolto da
Associazioni aventi sede legale nel Comune di Sulmona
l'esenzione/riduzione dei tributi può essere sostituita con forme di
contribuzione corrispondenti alla somma delle esenzioni/riduzioni
tributarie spettanti agli associati che partecipino al servizio. A tal fine,
l’associazione deve comunicare preventivamente al Comune i nominativi
degli associati che contribuiranno al servizio.

4. Per l'anno       , il Comune di Sulmona stabilisce una riduzione del
tributo comunale denominato T.A.R.I. () per ogni cittadino che
parteciperà concretamente alle attività di volontariato civico, nel rispetto
dell'apposito disciplinare che l'Ente predisporrà per ogni servizio affidato.


Art. 3 Attività

1. Il servizio civico riguarda interventi ordinari inerenti i beni di proprietà
e/o competenza del Comune di Sulmona nonché i servizi di interesse
generale, in particolare:

⦁    Manutenzione, sfalcio e pulizia delle aree verdi, parchi pubblici e aiuole;
⦁    Servizi di sorveglianza;
⦁     Sfalcio e pulizia dei cigli delle strade comunali, comprese mulattiere e
sentieri o di tal uso;
⦁    Pulizia delle strade, piazze, marciapiedi e altre pertinenze stradali di
proprietà o di competenza comunale;
⦁     Lavori di piccola manutenzione ordinaria degli edifici comunali con
particolare riferimento ad edifici scolastici e impianti sportivi, centri
civici, ecc.;
⦁     Manutenzione delle aree giochi bambini, apertura e chiusura delle stesse;
⦁     Attività di pre-scuola e sorveglianza bambini all'entrata/uscita dalle
scuole, accompagnamento e sorveglianza bambini su scuolabus.
⦁    Affidamento gratuito di aiuole, aree verdi comunali.




Art. 4 Albo della Cittadinanza Attiva

1. Per lo svolgimento delle attività e dei servizi di cui al presente
regolamento è istituito l'Albo della Cittadinanza Attiva.

2. Entro il 31 dicembre di ogni anno, le persone o le associazioni interessate
alle attività e ai servizi di cui al presente regolamento potranno presentare
domanda di iscrizione all'Albo.
Le domande dovranno indicare:
⦁    Generalità complete;
⦁    Possesso dei requisiti richiesti;
⦁     Attività/servizio a cui si intende partecipare ovvero proposte di
attività/servizio da svolgere nell'ambito delle attività/servizi previsti dal
presente regolamento;
⦁    Disponibilità in termini di tempo;
⦁     Eventuali mezzi da mettere a disposizione.
⦁     Entro 31 gennaio di ogni anno verrà formato l'Albo della Cittadinanza Attiva e pubblicato all'Albo Pretorio in apposita sezione del sito dell’Ente. L'Albo verrà rinnovato ogni anno.

Art. 5 Requisiti

1. I cittadini che intendono svolgere servizio di volontariato civico devono
possedere i seguenti requisiti:
⦁    Essere residenti nel Comune di Sulmona;
⦁    Età non inferiore ad anni 18;
⦁    Idoneità psico-fisica in relazione alle caratteristiche dell’attività o del
servizio da svolgersi;
⦁    Assenza di condanne penali: sono esclusi coloro nei cui confronti è
stata pronunciata sentenza di condanna passata in giudicato, o emesso
decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, oppure sentenza di
applicazione della pena su richiesta per delitti contro la pubblica
amministrazione, il patrimonio, l'ordine pubblico, per i reati di cui agli artt.
600, 600bis, 600ter, 600quater, 600quater1, nonché per i delitti contro la
libertà personale.

2. Per le Associazioni i requisiti richiesti sono:
⦁    Sede legale nel Comune di Sulmona,
⦁     Essere iscritte nell'apposito Registro Regionale laddove richiesto
dalle normative vigenti (le associazioni sportive dovranno essere
regolarmente registrate);
⦁    Scopi perseguiti compatibili con le finalità istituzionali del Comune
di Sulmona;

3. I volontari impiegati dalle associazioni dovranno possedere, in ogni
caso, i requisiti di cui al comma 1.

4. L'attività svolta nell'ambito del servizio civico di cui al presente
regolamento non determina, in alcun modo, l'instaurazione di un rapporto
di lavoro di alcuna tipologia.


Art. 6 Modalità di svolgimento dell'attività

1. I Volontari civici e le associazioni inserite nell'Albo presteranno la
propria attività in base ad un piano di intervento concordato tra gli stessi ed
il Responsabile del servizio competente, di seguito denominato Tutor.

2. Il Tutor, in relazione all’attività da svolgere o al servizio da prestare, acquisite
le domande ed eventualmente previo colloquio con i richiedenti, stabilirà le
modalità di svolgimento dell’attività o del servizio di volontariato e, qualora
necessario, organizzerà corsi di formazione tenuti dal Comune di Sulmona.

3. L'Amministrazione si riserva la facoltà di stabilire un numero massimo di
soggetti da coinvolgere nelle attività di cui al presente Regolamento. In tal
caso prevarranno le proposte ritenute prioritarie dall’Amministrazione
comunale e presentate da gruppi di cittadini/associazioni e in assenza si
procederà secondo l'ordine di presentazione della domanda.

4. I volontari e le associazioni verranno organizzati in gruppi di lavoro
composti da un numero di persone idonee allo svolgimento del compito
concordato; ogni gruppo di lavoro e/o associazione sottoscriverà un
apposito disciplinare sulle attività da svolgere e sulle modalità di
svolgimento.

5. Il volontario, ogni qualvolta presti la propria attività, dovrà registrare la
presenza in apposito Registro delle presenze. Dal Registro dovrà evidenziarsi la corrispondenza tra i tempi del volontariato civico prestato e quanto dichiarato
nella domanda.

6. Per ogni gruppo di cittadini o associazione dovrà essere individuato un
responsabile/referente che terrà periodici contatti con il Tutor e a cui
segnalerà eventuali problematiche.




Art. 7 Rinuncia e revoca

1. I volontari o le associazioni potranno rinunciare al servizio civico
avvisando il Tutor con un preavviso di almeno 60 giorni, fatte salve
eventuali circostanze imprevedibili. In tal caso, il volontario/associazione
verrà cancellato per l'anno solare di riferimento dall'Albo e godrà
dell'esenzione/riduzione tributaria o contributo soltanto per il periodo in
cui ha svolto tale attività.

2. L'Ente potrà revocare l'incarico di volontario civico in caso di inadempimento
agli impegni presi o di assenza sopravvenuta di uno dei requisiti richiesti. Nel
caso di inadempimento ovvero di sopravvenienza di sentenze passate in giudicato
di cui all’art. 5 non si applicherà alcuna esenzione/riduzione o concessione di
contributo e si procederà alla cancellazione immediata dall'Albo.


Art. 8 Assicurazione

1. I cittadini che svolgono il servizio di volontariato civico saranno
assicurati a cura e spese dell'Amministrazione comunale per la
responsabilità civile verso terzi connessi allo svolgimento dell'attività,
nonché per gli infortuni che gli stessi dovessero subire durante lo
svolgimento delle attività di cui al presente regolamento, in conformità alle
previsioni di legge.

2. Per quanto attiene alle associazioni le stesse dovranno provvedere a
propria cura agli adempimenti assicurativi necessari.

3. Il volontario/associazione risponderà personalmente di eventuali danni a
persone o cose non coperti dalle polizze assicurative


Art. 9 Mezzi e attrezzature

1. Il Comune di Sulmona, laddove necessario, fornirà a ciascun volontario
o associazione i dispositivi di sicurezza previsti dalla normativa
antinfortunistica.

2. I dispositivi di sicurezza verranno forniti in comodato gratuito ed il
volontario ne risponderà e ne dovrà avere cura, considerato il
deterioramento dovuto all'uso, fino alla restituzione che avverrà nei modi
ed entro i termini concordati con il Tutor. In caso di danneggiamento e/o
smarrimento il volontario ne risponde direttamente.



Art. 10 Obblighi e responsabilità del volontario

1. Il volontario/associazione è tenuto a svolgere l'attività o servizio
assegnato nel rispetto del disciplinare sottoscritto; dovrà utilizzare i mezzi,
le attrezzature, i dispositivi di sicurezza e quant'altro fornito, con la
massima cura e attenzione.

2. Qualora si riscontrassero negligenze da parte del
volontario/associazione, il Tutor provvederà all'immediato allontanamento
dal servizio e alla cancellazione dall'Albo. Resta salva l’applicazione di
eventuali sanzioni, laddove previste dalle normative vigenti.

3. Il Tutor verificherà periodicamente il corretto svolgimento
dell'attività/servizio e la presenza concordata di tutti i componenti del
gruppo di lavoro.

4. Il Referente del gruppo è tenuto a segnalare al Tutor eventuali comportamenti
negligenti da parte di altri volontari ovvero assenze ingiustificate rispetto ai tempi
concordati.

Art. 11 Sponsorizzazioni

1. L'Amministrazione comunale può accettare e promuovere proposte di
sponsorizzazione da soggetti terzi, i quali vogliano offrire e/o mettere a
disposizione dei volontari, in modo spontaneo, attrezzature, mezzi,
strumenti di lavoro e quant'altro ritenuto utile allo svolgimento dell'attività
di cui al presente regolamento. In tal caso si applica quanto previsto dall'art.
9.

2. L'amministrazione comunale si impegna a dare ampia diffusione della
sponsorizzazione di cui sopra con le modalità ed i mezzi concordati con lo
Sponsor.


Art. 12 Concessione delle riduzioni/esenzioni e contributi

1. Entro il 31 dicembre di ogni anno i Tutor comunicheranno all'Ufficio
Tributi del Comune di Sulmona l'elenco dei cittadini che hanno svolto
efficacemente le attività/servizi assegnati, al fine dell'applicazione della
riduzione/esenzione tributaria nell'anno successivo.

2. Per quanto attiene alle associazioni il contributo sarà erogato successivamente
all'attestazione dello svolgimento dell'attività/servizio assegnato a regola d'arte.


Art. 13 Riconoscimenti ed obblighi dell'Amministrazione

1. L'Amministrazione comunale, oltre alle riduzioni/esenzioni tributarie
previste o ai contributi previsti per le associazioni di volontariato derivanti
dal servizio reso, potrà conferire targhe o riconoscimenti simbolici a
testimonianza dell'impegno profuso nel servizio di volontariato svolto.

Art. 14 Entrata in vigore e sperimentazione

1. Il presente Regolamento entra in vigore il giorno successivo alla sua
pubblicazione all'Albo Pretorio ed è soggetto ad una sperimentazione di
anni due dalla sua approvazione. Potranno essere apportate modifiche o
integrazioni conseguentemente all’applicazione concreta di tale iniziativa.

VIDEO IN PRIMO PIANO :