news

News - Primo Piano

FERMATI QUATTRO SLAVI SULL'A1, AVEVANO RUBATO ORO A SULMONA

VIDEO IN PRIMO PIANO - ARRIVO A SULMONA DELLA STATUA DI SANTA MARIA DI LORETO

giovedì 31 agosto 2017

"DELIBERATA DALLA GIUNTA COMUNALE DI SULMONA LA RICHIESTA PER OTTENERE IL RICONOSCIMENTO DELLO STATO DI EMERGENZA PER CALAMITÀ NATURALE"

SULMONA - E’ stata deliberata questa sera dalla Giunta Comunale di Sulmona la richiesta per ottenere il riconoscimento dello stato di emergenza per calamità naturale, affinchè la Regione presenti l'istanza alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, alla luce dell’ eccezionale gravità dell’incendio che ha colpito in questi giorni Sulmona e il territorio. Si richiede “l’adozione di tutti i necessari interventi a sostegno del Comune di Sulmona e dei soggetti pubblici e privati coinvolti, i quali, a carattere semplificativo" si legge nella delibera "possono prevedere le seguenti misure: direttive per affrontare i censimenti

PD SULMONA: “ RAMMARICO” PER IL NUOVO RINVIO DELLA SEDUTA STRAORDINARIA DEL CONSIGLIO COMUNALE

SULMONA - “ Rammarico”  per il  nuovo rinvio della seduta straordinaria del Consiglio comunale di Sulmona è stato espresso dal Circolo Pd  della città. “ Lo spettacolo offerto in queste ore - spiega il Segretario del Circolo Sergio Dante- è poco incoraggiante soprattutto in una fase così delicata che il nostro territorio sta affrontando nella disperata lotta agli incendi sul Morrone.Il disimpegno e l’assenza di iniziative politiche concrete da parte dell’Assemblea civica- spiega Sergio Dante- ci preoccupa perché il Consiglio comunale resta il luogo piu’ alto della democrazia e soprattutto il simbolo della  vicinanza delle istituzioni ai cittadini.

PARCO DELLA MAJELLA, INCENDIO ANCORA ATTIVO

SULMONA - Nel suo report sugli incendi boschivi, aggiornato alle 13.30 di oggi, la Sala Operativa Abruzzo dei Vigili del Fuoco ha comunicato che sono 'attivi' incendi nell'area Sulmona-Marane-Badia, sul Morrone, con oltre 450 ettari a 600-1800 metri sul livello del mare percorsi dal fuoco e nella zona di Pacentro (L'Aquila) dove 500 ettari tra 700-1600 metri di quota sono attraversati da fiamme. Nel primo caso, dove i roghi proseguono da 12 giorni, i mezzi aerei presenti sono 3 Canadair che hanno effettuato 92 lanci di 5.600 litri di acqua ciascuno; un elicottero S-64 Erickson che ha effettuato 43 lanci di 9.000 litri di acqua ciascuno.

INCENDIO PREZZA, SINDACO:"TAGLIA DA 5000 EURO SUI PIROMANI"

PREZZA - Una taglia di cinquemila euro sui piromani. L'annuncia il sindaco del comune di Prezza, in Valle Peligna - zona in questi giorni martoriata da roghi dolosi - Marianna Scoccia."Il disegno criminale posto in essere, che ha messo in ginocchio la comunità peligna, ha causato dei danni enormi ed incalcolabili al territorio e alle popolazioni.Le autorità competenti in materia saranno in grado di dare giuste risposte al grido di disperazione dei nostri cittadini. Tuttavia ritengo necessaria, come Sindaco di Prezza e cittadina della comunità Peligna (che da giorni fisicamente e con le proprie energie sta fronteggiando l'emergenza incendi - rinunciando anche all'esigenze familiari), un'azione imminente e concreta finalizzata all'individuazione della mano criminosa che si cela dietro questo disastro".

"INCENDI, LA REGIONE PROROGA IL BANDO CHE ASSEGNA 2 MILIONI DI EURO A FONDO PERDUTO AI PROPRIETARI DI TERRENI FORESTALI PER IL RIMBOSCHIMENTO"

Pettinari “Evitare “tentazioni” dannose per il territorio. Mezzi, personale e risanamento devono essere a gestione pubblica”
PESCARA - E' stato prorogata al 15 settembre 2017 la scadenza del bando regionale che assegna 2 milioni di euro a fondo perduto anche ai conduttori privati di superfici forestali per interventi di risanamento. Il bando, nell'ambito del Programma di Sviluppo Rurale 2014/2020 della Regione Abruzzo, prevede tra gli interventi finanziati anche quelli relativi al rimboschimento per beneficiari privati proprietari di superfici Forestali.
Una tentazione per i disonesti che si vedono mettere sul piatto un "bocconcino succulento" che si rende ancora più gustoso con la proroga al 17 settembre, dunque lasciando intercorrere tutto il periodo estivo per fare domanda;

"INCENDIO MORRONE, SERVONO 700 UOMINI DELL'ESERCITO CON MEZZI E STRUMENTI, NON 70. SERVE INTERVENTO MASSICCIO"

SULMONA - "Le notizie che arrivano oggi dagli attivisti impegnati sul campo dell'incendio del Morrone non fanno altro che rafforzare la nostra richiesta avanzata già una settimana fa: serve l'Esercito con un intervento massiccio sul terreno. Settecento uomini, non settanta!Bisogna dislocare centinaia di uomini con esperienza e relativi mezzi, motoseghe, ruspe, visori, elicotteri per trasporto.È incredibile che tutto ciò possa avvenire nelle aree come l'Afghanistan mentre quando l'emergenza è nel nostro territorio uomini e potenti strumenti restano nelle caserme .

INCENDI: PEZZOPANE (PD), IN ABRUZZO DISEGNO CRIMINALE, MOBILITIAMO CITTADINI. POLITICA ALZI LIVELLO

SULMONA - "Gli incendi dolosi stanno devastando l'Abruzzo. Oltre 80 comuni coinvolti. Proprio dai luoghi dei roghi, dove sono stata, voglio ringraziare i Vigili del Fuoco, i Carabinieri Forestali, la Protezione civile, i sindaci e le amministrazioni locali, la Regione per il grande lavoro che stanno svolgendo in questo frangente. E i volontari generosi e straordinari. Per qualcuno questo è il momento della polemica per un attimo di visibilità, mentre questo dovrebbe essere il momento della reazione unanime contro gli incendiari, è evidente che dietro ai focolai c'è un disegno criminale. L'ho denunciato fin da subito e le parole del procuratore capo di Sulmona Giuseppe Belleli lo confermano.

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DI MARZIO ANNULLA CONVOCAZIONE UFFICIO DI PRESIDENZA. RANALLI CHIEDE LE SUE DIMISSIONI

 VIDEO INTERVISTA FABIO  RANALLI
SULMONA - Un grave atto di  irresponsabilità, una risposta non data alle domande dei cittadini. Così la minoranza ha definito la decisione del presidente del Consiglio comunale, Katia Di Marzio, di annullare la convocazione dell’Ufficio di Presidenza, che si sarebbe riunito oggi alle 11 per convocare il Consiglio comunale in seduta straordinaria, sull’emergenza Morrone. "La revoca delle delega è avvenuta già ieri e non questa mattina"ha  spiegato Ranalli. "Solo pretesti, parlando di acuirsi dell’emergenza"ha affermato Elisabetta Bianchi."Si continua a ritardare i tempi, utilizzando solo pretesti". Secondo Maurizio Balassone"i cittadini sono allo sbando completo.

MORRONE, CONTINUA L'INCENDIO NELLA PARTE ALTA DEL MONTE

SULMONA - Ora il fronte dell'incendio è nella parte alta del monte.Sono operativi da questa mattina i canadair e l'elicottero erickson, che continuano a sganciare l'acqua sul rogo.La parte pedemontana, direzione nord sembra al momento inattiva.Decisivi sono stati i tornanti della strada che porta al rifugio, che hanno impedito il propagarsi delle fiamme, fungendo da vere e proprie lingue tagliafuoco.In questa zona stanno operando diversi volontari che questa mattina, dopo l'appello del sindaco di Pratola Antonella Di  Nino, sono partiti per bonificare il terreno,

INCENDIO MORRONE: È CACCIA AI PIROMANI, TRE LE PERSONE INTERROGATE E RILASCIATE

SULMONA – Sono tre, in totale, le persone interrogate e rilasciate dalle forze dell’ordine nel giro di 24 ore per l’incendio divampato da unidici giorni a questa parte sul Monte Morrone. Si seguono tutte le piste con Carabinieri Forestali, Polizia e Guardia di Finanza che stanno eseguendo controlli a tappeto con la speranza di risalire all’identità dei responsabili di un tale disastro ambientale. Il primo uomo è stato fermato due sere fa nei pressi della cava di Bagnaturo a bordo della Panda Bianca. E’ scattato il controllo da parte dei Carabinieri ma non è stato rinvenuto nulla di anomalo.

MUSP, ALL’EX CASERMA BATTISTI È CORSA CONTRO IL TEMPO

SULMONA – Sono arrivati i primi container nell’ex Caserma Cesare Battisti dove, nelle prossime settimane, cominceranno le lezioni per circa 200 alunni. I primi movimenti si sono visti nella giornata di ieri ma non senza polemiche. Restano in certi infatti i tempi sul montaggio dei moduli provvisori e, per il momento, non arrivano delle risposte precise da Palazzo San Francesco. “Stanno scaricando in cantiere i primi container. Verranno montati al completamento delle pratiche amministrative”- spiega l’assessore comunale ai lavori pubblici Mario Sinibaldi.

TUTTO PRONTO AD ANVERSA DEGLI ABRUZZI PER LA FESTA DELLA MADONNA DELLA CONSOLAZIONE

100° anniversario del Pellegrinaggio da Pratola Peligna
ANVERSA DEGLI ABRUZZI - Sta per concludersi ad Anversa l'attesa dei festeggiamenti in onore si Sant'Antonio da Padova e della Madonna della Consolazione, comprotettrice del paese. Durante questa settimana il Comitato festa ha proposto pregevoli serate musicali e ricreative che hanno alimentato le aspettative di abitanti e ospiti in un clima di gioiosa partecipazione.Venerdì 1 settembre hanno inizio i riti religiosi con i Primi Vespri per la Festa di Sant'Antonio che proseguono Sabato mattina con la S. Messa solenne

MAZZOCCA E MELILLA PER L'INIZIATIVA “BASTA INCENDI” PROMOSSA DA WWF E LEGAMBIENTE

PESCARA - Il Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regionale con delega all'Ambiente e Capogruppo Art.1 Mdp, Mario Mazzocca, e il Deputato di Art.1 Mdp Gianni Melilla parteciperanno sabato 2 settembre ore 10.30 a Pescara, in piazza Sacro Cuore, all’iniziativa “Basta Incendi” promossa da WWF e Legambiente.“Un’apocalisse di fuoco ha già ridotto in cenere oltre 10.000 ettari del nostro territorio, di cui oltre la metà coperta dal bosco -  dichiara Mazzocca - Solo sul Morrone la superficie bruciata è di circa 2.000 ettari. Le condizioni climatiche (come la siccità accompagnata in molti casi da forti raffiche di vento) hanno aiutato e aiutano coloro che, non senza una barbara scientificità, hanno innescato questo flagello.

KATIA DI MARZIO:"NON POSSO ACCETTARE E SONO QUINDI QUI A STIGMATIZZARE LE FALSE E MENDACI DICHIARAZIONI DEL VICE PRESIDENTE FABIO RANALLI"

SULMONA - "Non posso accettare e sono quindi qui a stigmatizzare le false e mendaci dichiarazioni del vice presidente Fabio Ranalli. Se necessario a ristabilire l’oggettiva verità dei fatti, mi vedrò costretta a pubblicare gli screenshot che dimostrano il mio rientro anticipato dalle ferie sin da domenica 27 Agosto ed è documentata la mia personale presenza al COC nel pomeriggio dello stesso giorno per l’emergenza incendi. La strumentalizzazione politica che si sta perpetrando in

INCENDIO MONTE MORRONE, IL RIFUGIO DEL COLLE DELLE VACCHE E' SALVO

SULMONA – Le speranze sembravano svanite ieri sera quando la zona è stata evacuata dopo l’avanzare delle fiamme.Ma il rifugio si è salvato.Ieri sera tanta rabbia e disperazione.Stamane invece si grida al miracolo. Le fiamme hanno solo circondato il rifugio che di fatto è rimasto illeso per la gioia dei numerosi volontari che si sono alternati nei giorni scorsi nell’opera di prevenzione. Non solo un miracolo dunque. “Siamo saliti con l’animo a pezzi pensando di trovare solo bruciato. Ma la vista è stata sorprendente ed il cuore ha iniziato ad emozionarsi.

"NON SIAMO UNA COMUNITÀ RESILIENTE"

SECINARO- "Spegnere gli incendi non è da tutti. È un'attività ad alto rischio. I volontari sono equiparati ai lavoratori sul luogo di lavoro. Questo dice la legge. Così pure la legge impone i piani di protezione civile con la prevenzione. Non si può permettere di andare sul fuoco a tutti indistintamente. Al fuoco ci si prepara quando non c'è. Tanti fattori negativi coincidenti di questo 2017, siccità eccezionale, ecocriminalità, riforma Madia, scarsa cultura di protezione civile e in certi casi assoluta mancanza di prevenzione a partire da livelli comunali e dai parchi.

mercoledì 30 agosto 2017

SULMONA CALCIO, DAL PALOMBARO ARRIVA IL DIFENSORE ITALO-ALBANESE SEHITAJ

SULMONA – Il Sulmona rinforza la linea difensiva con il centrale italo-albanese Mariglen Sehitaj (’95). Nel suo curriculum ha avuto esperienze con la squadra maltese del St. Andrews Luxol, vincendo la Serie B e disputando la Serie A nell’anno successivo. Nel 2010, in forza al Francavilla, vanta la convocazione nella rappresentativa regionale giovanissimi. Nelle ultime due stagioni ha militato con la juniores nazionale del Chieti e nell’ultimo campionato è stato in forza al Palombaro nel girone B della Promozione.

STOP DELLA FORESTALE ALLA LINEA TAGLIAFUOCO FRA PRATOLA E ROCCACASALE. LIEVE MALORE PER IL SINDACO PACE

ROCCACASALE – La Forestale ha dato lo stop alla linea tagliafuoco che si stava costruendo stamane fra i comuni di Pratola Peligna e Roccacasale, a 50 metri dal rifugio Colle delle Vacche che finisce sempre più nel mirino delle fiamme. Secondo i Carabinieri Forestali potrebbe sorgere il rischio, nel prossimo futuro, di un rischio idrogeologico. Il sindaco Enrico Pace non si perde d’animo e ricorre alle ditte dopo un vertice tenuto in Comune. Una quarantina di volontari oggi si sono messi all’opera, provenienti non solo da Roccacasale ma anche dai comuni limitrofi. Cresce intanto la rabbia.

L'INCENDIO ARRIVA AL RIFUGIO DEL COLLE DELLE VACCHE, ZONA EVACUATA

VIDEO
PRATOLA - Il fuoco è arrivato sulla sommità del colle delle Vacche a ridosso del rifugio ."Purtroppo la situazione è precipitata e tutta la zona del Colle delle Vacche è stata evacuata .Le fiamme sono troppo alte nonostante un dispiegamento di forze e di lanci aerei notevole.In questo preciso momento crediamo che il Rifugio sia stato aggredito ed il fuoco abbia attaccato anche tutto quel materiale legnoso esito della slavina del marzo 2015.Non ci siamo mai persi d'animo un attimo mettendoci tutto il cuore e cercando di dare il massimo"afferma su facebook il sindaco di Pratola Antonella Di Nino.

INCENDI: FERMATO UN UOMO, NEL BAGAGLIAIO DELL'AUTO AVEVA CANDELE E DILUENTE

SULMONA - I Carabinieri forestali e gli uomini della Guardia di Finanza nel corso di un controllo hanno bloccato un uomo nei pressi di un maneggio, ai piedi del monte Morrone. Nel cofano dell'auto trovato un vero e proprio kit con candele di grande dimensione, diluente, vernice e colla bostik. L'uomo, un 70enne pensionato di Pratola Peligna, dopo essere stato fermato è stato sottoposto a sommarie informazioni, con il conseguente sequestro del materiale sospetto che portava nel bagagliaio della sua Polo rossa.

SULMONA CALCIO: VENERDÌ 1 SETTEMBRE LA PRESENTAZIONE AL GRAN CAFFÈ LETTERARIO

SULMONA – Il Sulmona Calcio si presenta alla città. Appuntamento per venerdì 1 settembre alle 19.30 al Gran Caffè Letterario in piazza XX Settembre. Lo annuncia il presidente Piergiorgio Schiavo che invita gli sportivi ad intervenire per conoscere i programmi societari che riguardano sia la prima squadra che i giovani. Saranno presenti i dirigenti, l’allenatore Candido Di Felice ed i giocatori unitamente alla formazione juniores ed all’Olympia Cedas che cura il settore giovanile e la scuola calcio.

"GLI INCENDI DELLA VALLE PELIGNA E LE CENERI DELLA PROTEZIONE DEL TERRITORIO"

SULMONA - "Il Morrone brucia. Il fuoco da più di dieci giorni abita la montagna di Celestino V e, ormai, quasi tutte le montagne della Valle peligna. Ha lambito le case, distrutto più di mille ettari di bosco e di macchia, sfigurato le praterie di alta montagna. Sul Morrone gli incendi cominciano il 19 agosto, nella zona di Passo San Leonardo. Il giorno dopo, nuovi roghi vengono appiccati più a nord, sopra le frazioni pedemontane del comune di Sulmona. Mentre i focolai già innescati si espandono rapidamente per via del vento e del forte ritardo degli interventi, gli inneschi e i fronti del fuoco si moltiplicano senza sosta su tutta la montagna, per mano di incendiari.

“PROGETTARE DAL BASSO” PER SOLLEVARE UN TERRITORIO CHE MERITA. ATTO III

SULMONA - "Quanto alla effettiva capacità di risposta all’emergenza sul piano nazionale del Sistema di Protezione Civile, rispetto al numeroso elenco di rischi e potenziali scenari, è, come dire, un piano inclinato su cui bisognerebbe argomentare conservando oggettivo equilibrio. Di certo non facile, è trovare pareri concordi sul “voto” matematico più adeguato da attribuire in una pur ridotta scala di “valori” compresa tra 1 e 10.

"GLI INCENDI CHE STANNO DEVASTANDO L'ABRUZZO METTONO A NUDO LA FRAGILITÀ DEL NOSTRO SISTEMA DI PROTEZIONE DELLA NATURA E DELLA INCOLUMITÀ DEI CITTADINI"

L'AQUILA - "Gli incendi che stanno devastando l'Abruzzo mettono a nudo la fragilità del nostro sistema di protezione della natura e della incolumità dei cittadini. Gli interrogativi sono tanti, la domanda ovvia è se si sta facendo il possibile per spegnere le fiamme, se tutto questo si poteva evitare o se si poteva fare di più e meglio.Da un lato si vuole capire chi sono i responsabili, se ciò è frutto di una regia organizzata spinta da interessi criminali si auspica che la magistratura riesca a punire i colpevoli. Dall'altro lato, ora che i boschi dell’Abruzzo sono ridotti a una torcia, ci si domanda se le istituzioni e la politica hanno saputo mettere in  campo gli strumenti idonei per prevenire questo scempio.

CONCORSO “POESIA D’AMORE” BUGNARA - PRIMA EDIZIONE 2017 

BUGNARA - Tutto pronto a Bugnara per la cerimonia di premiazione del primo concorso “Poesia d’amore”, ispirato al bimillenario della morte di Publio Ovidio Nasone. Il concorso è nato da un'idea di Marianna Nolfi, in collaborazione con il comune di Bugnara. 
Ai partecipanti il bando chiedeva di comporre una poesia, di una lunghezza non superiore ai 30 versi. Il tema era l'amore ed i poeti potevano fare riferimento alle opere ovidiane.   Una quarantina gli scrittori che hanno risposto all’appello. Le poesie arrivano, per la maggior parte, dal comprensorio peligno, ma partecipano al concorso anche da Salerno, Pescara e Marche. 

INCENDIO MORRONE, SI LOTTA PER SALVARE IL COLLE DELLE VACCHE

SULMONA – Il primo pensiero dopo un’altra notte di fuoco, la decima portando bene i conti, è andato proprio al rifugio che è un luogo simbolo per tutti gli appassionati della montagna e per i pratolani. Al momento l’area sembra sia rimasta illesa con le fiamme che hanno interessato la parte bassa del Colle delle Vacche dopo il focolaio acceso nei pressi della Cava di Bagnaturo. La polveriera della ditta Pace, collocata nelle vicinanze, è stata sgomberata e messa in sicurezza onde evitare ulteriori problemi.

ANZIANO MUORE SCHIACCIATO DAL SUO TRATTORE

 PETTORANO SUL GIZIO – Si era recato nel suo terreno con il trattore ma l’epilogo della vicenda è drammatica. Un anziano di Pettorano sul Gizio, Giovanni Federico, è morto questa mattina in località Vallerga schiacciato dal mezzo agricolo. Sul posto sono arrivati immediatamente i mezzi di soccorso, ambulanza del 118 e Vigili del Fuoco di Sulmona, ma per l’uomo non c’è stato nulla da fare. Stando alle primissime informazioni sarebbe morto sul colpo dopo che il trattore si è ribaltato per cause ancora da accertare e lo avrebbe completamente travolto.

IL SINDACO CASINI FIRMA ORDINANZA:"VIETATO ACCENDERE FUOCHI DI OGNI GENERE IN QUALSIASI LUOGO ALL’APERTO"

SULMONA - E’ stata firmata dal Sindaco Annamaria Casini ieri l’ordinanza (n  74) che impone il divieto, su tutto il territorio comunale fino a provvedimento di revoca, di accensione fuochi, lancio e sparo dei fuochi d’artificio, mortaretti, petardi, razzi e altri fuochi pirotecnici. Vietato, inoltre,  tenere in esercizio fornaci, forni a legna, discariche pubbliche e private incontrollate, gettare materiali che possano generare fuochi, quali mozziconi, carboni, fiammiferi, sigari o sigarette accese e compiere ogni altra operazione che possa creare comunque pericolo

INCENDIO SUL MORRONE, LA MINORANZA CHIEDE CONVOCAZIONE CONSIGLIO COMUNALE STRAORDINARIO

SULMONA - "In data 25.08.2017, con n. di prot. in entrata 31398, il Comune di Sulmona acquisiva la “richiesta di convocazione Consiglio Comunale straordinario ed urgente ai sensi dell’art. 42 del regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale di Sulmona”, a firma dei consiglieri Bruno Di Masci, Antonio Di Rienzo, Francesco Perrotta ed Elisabetta Bianchi, per discutere del disastro che sta subendo la nostra comunità per effetto dei numerosi incendi che hanno distrutto il monte Morrone ed il nostro territorio, nonché delle misure adottate per far fronte all’emergenza e delle iniziative di carattere politico/amministrativo intraprese e da intraprendere anche a tutela della salute dei cittadini.

RESTANO MOLTO GRAVI LE CONDIZIONI DEL VOLONTARIO RIMASTO FERITO NELLE OPERAZIONI DI SPEGNIMENTO DELL’INCENDIO SUL MORRONE

Il paziente è intubato e in coma farmacologico
L’AQUILA – Restano molto gravi le condizioni del volontario della protezione civile rimasto ferito mentre era impegnato con altre persone nelle azioni di spegnimento dell’incendio del Morrone. L’uomo, colpito da un masso, attualmente ricoverato in rianimazione all’ospedale di L’Aquila, resta in prognosi riservata: viene tenuto  in  coma farmacologico ed è intubato. Il paziente ha riportato lesioni al cranio e al viso e domani mattina verrà sottoposto

DOPO SCANNO, OGGI PARTE UN APPELLO DA ANVERSA, SULLA FUSIONE DEI COMUNI DELLA VALLE DEL SAGITTARIO

ANVERSA DEGLI ABRUZZI - "Facciamo seguito all’appello partito oggi da Anversa degli Abruzzi, dalla sig.ra  Elettra Rinaldi, che dice cose  di una certa rilevanza strategica per il nostro territorio, usando un linguaggio di Coesione concreto relativamente alla sua area, la Valle del Sagittario, ma valido anche per le altre Valli del nostro Centro Abruzzo. Il 26 febbraio 2015 tenemmo il nostro terzo congresso nazionale, proprio a Introdacqua  dal Titolo “Centro Abruzzo 2020: Coesione territoriale oltre il Campanile” con la partecipazione del Prof. Fabrizio Barca, ex Ministro alla Coesione territoriale. Il  Presidente Luciano D’Alfonso  annunciò la Legge incentivante le Fusioni, cosa che è stata Deliberata nel Luglio 2016.

IL GRIDO ACCORATO DI LUCIA ARBACE: “IL MONTE MORRONE NON ESISTE PIÙ”

SULMONA – “Il Monte Morrone, eletto da Papa Celestino V per la sua vita eremitica, non esiste più. Da 12 giorni bruciano i boschi che circondano Sulmona, Pacentro e altri comuni e frazioni della Valle Peligna, nell’aquilano. Oggi le fiamme sono solo a 100 metri in linea d’aria dall’ Abbazia di Santo Spirito al Morrone, imponente monastero per secoli il più importante insediamento dei Celestini”. L’ accorato appello è di Lucia Arbace, direttore del Polo Museale dell’Abruzzo che è operativa anche dall’Abbazia celestiniana, sede periferica del MiBACT.

"INCENDI ED INTERESSI PRIVATI. MEZZI E UOMINI DEVONO TORNARE AD ESSERE PUBBLICI"

Pettinari: “Il Presidente chieda che il Governo vari lo Stato di Emergenza per l’Abruzzo, poi si dimetta e vada a casa”
PESCARA - In questi giorni ho visto la mia terra bruciare. L’ho vista bruciare tra l’inettitudine e l’indifferenza. Tra il qualunquismo e la propaganda. L’ho vista spegnersi nelle fiamme che la stanno distruggendo. Molti cittadini mi hanno fermato per strada chiedendomi notizie e, guardandomi con sguardi preoccupati, mi hanno chiesto cosa accadrà domani. Domani sarà peggio di oggi, se non affronteremo con coraggio un sistema che ci ha condotto giù fin qui. Dobbiamo avere il coraggio di cambiare strada e di guardare avanti. Fino a quando ci sarà anche un solo privato (società, ditta, cooperativa, ecc.) che dagli incendi guadagnerà, il problema non si risolverà.

RAFFAELE GIANNANTONIO A ROCCARASO HA PRESENTATO IL SUO LIBRO “QUINDICI”

ROCCARASO – Raffaele Giannantonio ha presentato a Roccaraso il suo libro “QUINDICI”. Questo il titolo del volumetto, piccolo di dimensioni ma ricco di contenuti.La presentazione si è tenuta nella sala consiliare del comune.Ha condotto l’”incontro con l’autore”, Rosella Valentini, che, per conto del comune, ha curato la rassegna culturale estate 2017 “Il tempo e le idee . . Roccaraso incontra”.
E quindi Roccaraso ha incontrato anche Giannantonio.L’Attore Mario Massari ha letto alcuni versi di Raffaele, Angelo Ottaviani ha allietato la serata con la sua musica.

VIVIAMO LO SPORT, A SULMONA UNA GIORNATA DEDICATA AI BAMBINI PER VIVERE LO SPORT IN ARMONIA, DOMENICA 3 SETTEMBRE 2017

SULMONA - Domenica 3 settembre, a partire dalle 9:30, presso la Villa Comunale di Sulmona (in Viale Roosevelt, 17), si svolgerà la giornata “viviAMO lo SPORT”. La manifestazione, organizzata dal Dopolavoro Ferroviario di Sulmona in collaborazione con l’oratorio Salesiano “Don Bosco” della parrocchia di Cristo Re e con la collaborazione del Comitato provinciale L’Aquila della Federazione Ciclistica Italiana, prevede tanti giochi per bambini di tutte le fasce di età.I bambini verranno accolti dagli animatori della comunità Salesiana e potranno divertirsi in molteplici attività organizzate appositamente per loro.

VISITA IN ALTO SANGRO PER L’ASSOCIAZIONE ABRUZZESE DEL LIMBURGO. LA DELEGAZIONE DI GENK (BELGIO) IN VISITA DAL 6 ALL’8 SETTEMBRE 2017

CASTEL DI SANGRO - Sarà l’Alto Sangro la meta dell’annuale visita dell’Associazione Abruzzese del Limburgo. La delegazione, guidata dal presidente Flavio Di Marco e composta da un centinaio di associati, arriverà in Abruzzo mercoledì 6 settembre. Obiettivo di queste visite annuali è quello di tenere sempre saldi i legami tra gli emigranti abruzzesi del Limburgo, i loro familiari e la loro regione di origine.Quest’anno l’associazione, che ha sede a Genk (Belgio), ha scelto di tornare nell’Alto Sangro (dove era già stata in precedenza) per la prima parte del soggiorno. Il programma prevede l’arrivo a Barrea  nel pomeriggio di mercoledì 6 settembre,

RICHIESTA TRASFERIMENTO SR 479 ALL’ANAS, EUSTACHIO GENTILE COMMISSARIO STRAORDINARIO C.MONTANA PELIGNA SCRIVE AL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA

SULMONA - "Ill.mo Presidente, prima di tutto un sincero augurio di buon lavoro per l’impegnativo compito al quale sei stato chiamato ad operare. Questa parte del territorio provinciale, si aspetta molto da te e sono certo che non saprai deluderlo.Nella prima settimana di agosto è stata data notizia che, per garantire efficiente la manutenzione del sistema viario dell’Abruzzo, 22 strade gestite attualmente dalle amministrazioni provinciali, per un totale di 452,758 km, torneranno di competenza statale e gestite dall'Anas Spa. Questa scelta ha un obiettivo: garantire efficiente la manutenzione del sistema viario che oggi, a causa di scarse risorse finanziarie, è ridotta ai minimi termini.
Inoltre, la riorganizzazione delle strade individuate è avvenuta attraverso tre criteri principali come, la connessione con il sistema autostradale, il collegamento con le aree turistiche di rilievo nazionale

martedì 29 agosto 2017

INCENDIO MONTE MORRONE, CANADAIR IN AZIONE PER SCONGIURARE LA PROPAGAZIONE SUL COLLE DELLE VACCHE

 PRATOLA - Il fuoco sul Morrone continua la sua opera.Oggi pomeriggio il fronte si è spostato verso il colle delle Vacche e nella zona pedemontana.In serata il fuoco a valle è arrivato nei pressi del primo tornante della strada che porta al rifugio sul Morrone.Sono stati necessari due sganci di un canadair per limitare la sua propagazione, che tuttavia continua ma con meno intensità.Sul fronte alto del monte le fiamme vanno avanti con la loro opera distruttiva dirigendosi pericolosamente verso il grande bosco che molti anni fa è stato piantumato

RESPINTI RICORSI OSPEDALI DI POPOLI E PENNE

POPOLI - Il Tar Abruzzo ha respinto i ricorsi sugli ospedali di Popoli e Penne. Lo rende noto l' assessore regionale alla programmazione sanitaria, Silvio Paolucci, in merito ai ricorsi presentati dai due Comuni relativi ai decreti commissariali di riordino della rete ospedaliera. "Finalmente è stata ristabilita la verità dei fatti e scritta la parola fine su tre anni di polemiche strumentali, senza alcun fondamento, che agitavano le spettro di tagli che non ci sono mai stati", dice Paolucci sottolineando che le "due sentenze, con autorevoli e approfondite motivazioni sia sul merito che sulle istruttorie delle scelte, hanno rigettato i ricorsi sui presidi di Popoli e Penne,

INCENDI E PROTEZIONE CIVILE IN ABRUZZO: COMUNICATO-INTERVISTA ESPLICATIVA AL SOTTOSEGRETARIO DELEGATO MARIO MAZZOCCA

L'AQUILA - Qual'è lo stato di salute del Sistema Nazionale di Protezione Civile?In Abruzzo, ma anche in Italia, probabilmente anche a causa degli effetti sul territorio del cambiamento climatico in atto, appare ormai evidente come il sistema italiano di Protezione Civile è divenuto in realtà troppo agile ed eccessivamente snello e che quindi sia d’obbligo procedere ad un suo profondo ripensamento.La storia moderna del sistema nazionale di Protezione Civile passa per tre momenti cruciali. Nel 1992 fu istituito il Servizio nazionale

INCENDIO MORRONE, LETTERA DI MELILLA AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI GENTILONI

 SULMONA - "Egregio on Presidente,da troppi giorni il Morrone, la montagna di Celestino V, nel cuore del Parco Nazionale della Majella, sta bruciando.Oltre 1500 ettari di bosco sono andati in fumo. Migliaia di animali sono arsi vivi. L'economia zootecnica è in ginocchio. Un immenso patrimonio naturale é stato distrutto.Le popolazioni della Valle Peligna stanno sopportando un disagio enorme con situazioni di pericolo per le aree abitate più vicine ai vari incendi appiccati da mani criminali.La Regione Abruzzo ha chiesto da subito più mezzi e uomini essendo impari la lotta col fuoco con i pochi vigili del fuoco e mezzi della protezione civile.

ROGHI ANCHE IN VALLE SUBEQUANA, SECINARO È IN PIENA EMERGENZA

SECINARO -  Nel pomeriggio un incendio è divampato nella pineta fra Secinaro e Goriano Valli. La situazione è critica con gli amministratori comunali e i volontari che già si sono messi al lavoro per contenere le fiamme. La colonna di fumo in pochi minuti ha invaso tutto il paese e non si esclude, a questo punto, l’evacuazione delle abitazioni, almeno quelle collocate a ridosso della pineta.

MONTE MORRONE, 74 UOMINI E 21 MEZZI PER SPEGNERE IL FUOCO

SULMONA – Due canadair, un elicottero Erickson, due elicotteri dei Vigili del Fuoco, cinque Dos ( Direttori Operativi Spegnimento) che danno le direttive a 27 uomini dei Vigili del Fuoco, 11 mezzi dei Vigili del Fuoco, 47 volontari di Protezione Civile e 6 mezzi dei volontari di Protezione Civile. Incendi ancora attivi a Pacentro dove sono intervenuti un elicottero Erickson, 1 elicottero dei Vigili del Fuoco e due squadre di Protezione Civile.

INCENDI, COMUNI, RISERVE E ASSOCIAZIONI GENZANA/SAGITTARIO PER RONDE

PETTORANO SUL GIZIO - A causa dell'emergenza incendi in Valle Peligna, i comuni dell'area del Genzana, in collaborazione con le Riserve Naturali "Monte Genzana e Alto Gizio", "Gole del Sagittario" e "Lago di San Domenico" e le associazioni di volontariato e ambientaliste, organizzati e coordinati dai gruppi comunali, intendono intensificare l'attività di vigilanza e presidio del territorio (no spegnimento) volta a scongiurare episodi dolosi.Pertanto chiunque volesse mettersi a disposizione può contattare i seguenti riferimenti per le rispettive aree di intervento:

"ORA È IL MOMENTO “ DISSE BARCA 4 ANNI FA. SI COSTITUISCA IL PARLAMENTO DEL TERRITORIO. BASTA CON LA POLVERIZZAZIONE"

SULMONA - "Leggiamo sulla stampa che  Antonella Di Nino, Sindaco di Pratola Peligna,   ritiene “ che sia arrivato il momento di coordinare un fronte comune dei Sindaci del territorio”.  Nei giorni scorsi un altro Sindaco,  Marianna Scoccia, di Prezza,  denunciava in merito al disastro che sta tempestando il Morrone, che alle riunioni, c’erano più Sindaci che volontari per spegnere.  Intanto sorge una voce da Anversa, Elettra Rinaldi, che fa un appello alla Fusione dei Comuni della Valle del Sagittario, dopo che noi di Ripensiamo il territorio, il 9 agosto scorso a Scanno abbiamo per l’ennesima volta tenuto un incontro, insieme al Gazzettino del Sagittario, sul tema della “Fusione dei Comuni, necessità e opportunità”. 

INCENDI SUL MORRONE, TROVATI ALTRI INNESCHI

SULMONA -  Ieri i vigili del fuoco hanno trovato altri due inneschi: uno sarebbe partito ieri sera alle spalle della linea tagliafuoco realizzata nel territorio di Pratola Peligna. Situazione che ha spinto il procuratore Giuseppe Bellelli a intensificare le indagini con l'obiettivo di assicurare alla giustizia i responsabili accusati di disastro ambientale.Bellelli è tornato dopo una settimana sul fronte dell'incendio facendo un sopralluogo insieme a carabinieri della forestale e vigili del fuoco, ai piedi dell'eremo di Celestino V dove ieri

MORRONE, DI NINO: PROSEGUE CONTRASTO A INCENDI. A RIUNIONE COM HO COMUNICATO SCELTA DI APRIRE NUOVE STRADE TAGLIAFUOCO

PRATOLA - "I vigili del fuoco e i mezzi che operano da ieri sul versante pratolano sono da stamattina impegnati nel contrasto delle fiamme divampate nella tarda serata di ieri, dopo che la costruzione della linea tagliafuoco al confine con il territorio di Sulmona, voluta fortemente dalla mia amministrazione, ha dato risultati significativi nel contrasto delle fiamme. Per questo motivo, nella mia breve partecipazione alla riunione del COM di questa mattina, ho comunicato la mia precisa  volontà di favorire l'apertura di nuove linee tagliafuoco nelle strade forestali esistenti e abbandonate all'incuria, per favorire efficace transito soccorsi e contrasto degli incendi da terra, una misura indispensabile come dimostrato, appunto, già ieri.

INCENDIO MORRONE, SINDACO PRATOLA: “È UN DISEGNO CRIMINOSO”

PRATOLA - “E’ un disastro criminoso ben articolato”. Non usa mezzi termini il sindaco di Pratola Peligna Antonella Di Nino per commentare l’incendio divampato da più di una settimana sul Monte Morrone. Ieri per la frazione di Bagnaturo e per tutte le zone pedemontane è stata una notte d’ansia e di fuoco. Gente impaurita si riversa in strada. C’è chi prende il telefono per immortalare una montagna che va in fumo. Altri chiedono giustizia per i responsabili di tale distastro ambientale. In un angoletto della strada, a pochi passi dalla Chiesa di San Pietro, scatta anche la solidarietà con viveri e bevande per i volontari.

VIDEO IN PRIMO PIANO :