news

VIDEO IN PRIMO PIANO - INCENDIO SUL MONTE MORRONE

giovedì 1 ottobre 2015

A SCANNO COMMERCIANTE TENTA IL SUICIDIO, SALVATA DAI CARABINIERI

SCANNO - L’altra mattina i carabinieri della Stazione di Scanno, in stretto coordinamento con quelli della Compagnia carabinieri di Frascati, sono riusciti a salvare una Commerciante della provincia di Roma che voleva togliersi la vita. Tutto ha inizio quando la commerciante della provincia di Roma, una donna di quasi 50 anni, un marito e tre figli, esasperata dalle difficoltà generate dalla perdurante crisi economica,
presa evidentemente dallo sconforto decide di farla finita. Con una scusa si allontana dal suo negozio ma a sera non rientra in casa. I familiari preoccupati si rivolgono ai Carabinieri di Frascati raccontando l’accaduto e denunciando quindi la scomparsa della congiunta, precisando che la donna aveva inviato tramite il suo Tablet alcuni messaggi a sua sorella ed a sua figlia, facendo presagire l’intenzione di compiere insani gesti.Immediatamente è scattata la macchina delle ricerche e grazie alla geo localizzazione del Tablet della donna, la presenza della commerciante viene indicata nel comune di Scanno. Pertanto la pattuglia dei Carabinieri di Scanno, capeggiata dal Comandante della Stazione, Mar. A. s.UPS Enrico TARQUINI senza indugio, ricevuta una fotografia della donna, la marca, il modello, la targa ed il colore dell’automobile a bordo della quale si era allontanata, si è subito attivata per il rintraccio dell’initeressata. Ricerca che si è orientata verso quei luoghi ove chi avesse malsane intenzioni, avrebbe potuto farlo agevolmente. Prime fra tutti sono state pattugliate le rive del lago di Scanno. Un’intuizione positiva. Infatti poco dopo, parcheggiata in prossimità della riva del lago, sulla sponda che guarda il comune di Villalago, i Carabinieri hanno individuato l’automobile della donna. A bordo, seduta sul lato guida, vi era una donna in lacrime. A quel punto il Comandante della Stazione, sceso dalla macchina di servizio, con garbo e delicatezza le si è avvicinato e dopo averle chiesto se avesse bisogno di aiuto, evitando qualunque atteggiamento che potesse metterla in imbarazzo. A quel punto mentre un militare via radio, comunicava l’esito positivo delle ricerche, richiedendo anche l’intervento dei sanitari, il Mar. A. s.UPS TARQUINI, con grande sensibilità, ha iniziato a conversare con la donna, chiedendole se fosse sposata, se avesse dei figli e soprattutto da quanto tempo non li sentiva. A quel punto la donna si è aperta ed ha raccontato delle difficoltà legate al suo lavoro, ricevendo dal Maresciallo parole di conforto e rassicurazione. Così dopo averla convinta a scendere dall’auto e dopo aver parlato con i suoi familiari, è stata affidata alle cure dei medici.

VIDEO IN PRIMO PIANO :