news

VIDEO IN PRIMO PIANO - 25° CARNEVALE PRATOLANO

domenica 2 agosto 2015

LA GIOSTRA D'EUROPA VA A KITERA.VILLALAGO VINCE QUELLA DEI BORGHI PIU' BELLI.ALTRA VITTORIA PER IL SESTIERE DI PORTA MANARESCA

(video)CLICCA QUI
SULMONA - In un'avvincente finale Kitera ha conquistato stasera il Palio della XV Giostra d'Europa. Il cavaliere  Scoccione, per Kitera-Villalago, abbinato al Sestiere di Porta Manaresca, si è imposto in finale su Fabrizio Vitucci, in gara per Teruel-Scanno, abbinato al sestiere di porta Bonomini.Villalago ha vinto cosi' la IX Giostra dei Borghi piu' Belli d'Italia
 Una sorte segnata quella delle giostre di quest’anno. Nella XV edizione della Giostra Cavalleresca d’Europa e nella IX edizione della Giostra dei Borghi più belli d’Italia, arriva l’incredibile triplete per il Sestiere di Porta Manaresca che porta a casa il suo terzo palio consecutivo dopo aver la XXI edizione della Giostra Cavalleresca di Sulmona e la prima Giostra Cavalleresca dei Comuni. E’ Kitera l’isola greca che si è aggiudicata il torneo europeo. Il Palio della Giostra dei Borghi più Belli è andato per il secondo anno consecutivo a Villalago. I colori di Kitera, Villalago e Manaresca sono stati difesi dal cavaliere Alessandro Scoccione. “ E’ stata una vera sorpresa. Mercoledì scorso ero andato vicino alla vittoria per un soffio. La gioia ora è immensa”, ha commentato Scoccione. Grande esultanza del Sestiere di Porta Manaresca che scrive la storia delle giostre moderne. “ Abbiamo portato a casa tutto. Meglio di così non poteva andare”, ha detto il capitano Filiberto Mercantini. Soddisfazione è stata espressa anche dalla delegazione greca di Kitera e dal sindaco di Villalago Fernando Gatta. A consegnare i Palii, realizzati da Burghausen e Villalago, vincitori delle edizioni 2014, sono stati i due profughi, in abito da armigeri, insieme al sindaco di Sulmona, Giuseppe Ranalli, al vice presidente nazionale dell'associazione dei Borghi più belli d'Italia, Livio Scattolini e il commissario reggente dell'associazione Giostra, Maurizio Antonini.


Al secondo posto della  classifica generale della manifestazione si piazzano Corfù e Pettorano, ospitati dal sestiere di Porta Filiamabili.  Completano il podio Cefalonia e Bugnara, abbinati al Borgo di S.Maria della Tomba e Burghausen e Introdacqua, ospitati da Borgo S.Panfilo.Quinto posto/Lefkata/ Pacentro/ Pacentrano con il cavaliere Alessandro Lombardi Sesto Teruel/Scanno/Bonomini con il cavaliere Mattia Zannori, A chiudere la classifica Zante/Anversa/Japasseri con il fantino Cristoforo Tarullo, che non ha gareggiato per l’infortunio al cavallo nella giornata di ieri. Una finale quella della Giostra Cavalleresca d’Europa e dei Borghi più belli segnata dalla pioggia, che per un attimo ha destato preoccupazione, e dalla festa grazie al “sirtaki”, il ballo greco che ha fatto impazzire Piazza Garibaldi.


L’Europa al centro di Sulmona per un evento all’insegna dell’integrazione e dell’amicizia tra i popoli. E’ stato questo il litemotive della Giostra Cavalleresca d’Europa e dei Borghi più belli d’Italia, ribadito con forza dal presidente onorario dell'associazione Giostra, Domenico Taglieri, dal sindaco e vice sindaco di Sulmona, Peppino Ranalli e Luisa Taglieri, edal presidente della Provincia, Antonio de Crescentiis, dall'assessore del Comune dell'Aquila, Maurizio Capri, ospite in tribuna insieme all'assessore regionale Mario Mazzocca e al presidente del comitato organizzatore della Perdonanza, Alfredo Moroni. Taglieri ha sottolineato anche l'importanza del progetto legato al nome di Celestino V che unisce la Giostra e la Perdonanza, incentrata proprio sul tema dell'integrazione, con un evento che partirà da Sulmona e si concluderà nel capoluogo abruzzese.

 Il sindaco di Sulmona, Giuseppe Ranalli  ha sottolineato che "uno dei problemi emergenti è quello dell'accoglienza delle persone che vivono nei paesi dove c'è la guerra, questa giostra e questo momento di festa sono da dedicare ai profughi che sono persone che si stanno integrando" e per questo il sindaco ha chiesto l'applauso del pubblico in piazza Garibaldi. "L'integrazione non è solo un concetto ma un sentimento" ha affermato il presidente De Crescentiis che ha aggiunto: “ mi spiace quest’anno che la Provincia, oggetto di riforma, non ha potuto finanziare la manifestazione”. Era presente anche il presidente della commissione Bilancio del Consiglio regionale, Maurizio Di Nicola, al quale Taglieri ha ricordato di mantenere l'impegno economico preso dalla Regione a sostegno della Giostra Cavalleresca. “ Sono finite le manifestazioni in Piazza ma la macchina della Giostra continua  a camminare per il bene della città”, ha fatto notare il Presidente Onorario tracciando un bilancio dell’edizione 2015. “ Debbo ringraziare tutto il popolo della Giostra che ha lavorato perché tutto andasse bene”, ha aggiunto il commissario reggente dell’associazione Maurizio Antonini.














Centroabruzzonews - Web Tv - VIDEO